Un nuovo modello di rappresentazione linguistica

Esce il volume n. 2 della collana «ILIESI digitale. Ricerche filosofiche e lessicali» ad opera del collega Gian Carlo Fedeli: Indeterminatezza e mutamento linguistico. Obiettivo di questo studio è di proporre un modello di rappresentazione linguistica, la cui struttura sia capace di descrivere gli effetti dell’indeterminatezza del segno (vaghezza, ambiguità) e la dinamicità del sistema. Per questo scopo, si considerano versioni diverse del concetto di “ordine delle strutture”: la linguistica cartesiana della grammatica generativa, la geometria non euclidea delle reti ipertestuali, la complessità nella teoria dello sviluppo psicogenetico di Jean Piaget e nella teoria del mutamento del biolinguista Eric Lenneberg. Nei primi due capitoli i fenomeni del mutamento e dell’indeterminatezza sono trattati in relazione ai concetti di “lingua”, “atto locutorio” e “ambiente linguistico”. Il terzo capitolo è dedicato all’aspetto evolutivo da un punto di vista biologico, psicolinguistico e neurolinguistico, ovvero alla possibilità di costruire una teoria biologica di riferimento compatibile con l’ipotesi di una lingua eterogenea e dinamica.

Gian Carlo Fedeli, Indeterminatezza e mutamento linguistico, Roma, ILIESI («ILIESI digitale. Ricerche filosofiche e lessicali, 2»), 2017.

URL: http://www.iliesi.cnr.it/pubblicazioni/Ricerche-02-Fedeli.pdf

Print Friendly