RASSEGNA STAMPA – I media che parlano di noi

Gli anti- battono i pro- E i post- battono i pre-

By | Osservatorio Neologico delle Lingua Italiana | No Comments

Visualizza PDF – 2019-02-03-Corriere-Antonelli 

Spread delle paroleTra i neologi­smi del 2018 segnalati nel Libro dell’anno Treccani– accanto a ciclofattorinofigliocentrico, no deal, orgasmometro e qualche altro – c’è anche questa espressione, ri­ferita agli effetti negativi che avrebbero avuto sull’economia le dichiarazioni di alcuni politici. Ma spread delle parole si potrebbe chiamare Read More

Misericordina o liquidismo? Ecco l’italiano dei giornali

By | Osservatorio Neologico delle Lingua Italiana | No Comments

Visualizza PDF – 2019-01-07-Giornale-Sacchi

La Treccani pubblica un dizionario dei neologismi. La maggior parte nasce dalla creatività dei media.

La lingua italiana non è una cosa morta, statica. Fortunamente la nostra è una lingua viva, che cambia nel tempo e si arricchisce. Come? Nel passato pescando dai dialetti, l’humus su cui è cresciuta la parlata nazionale o grazie alle invenzioni degli scrittori (Dante era un grandissimo creatore di neologismi).

Oggi, parola della Treccani, i maggiori creatori di lemmi nuovi sono i giornalisti. Negli ultimi dieci anni avrebbero creato 3mila e cinquecento espressioni nuove. Sotto la direzione scientifica di Read More

Vedi alla voce «selfista»

By | Osservatorio Neologico delle Lingua Italiana | No Comments

Visualizza PDF – 2018-12-30-Oggi

COSÌ VIENE DEFINITO SEMPRE PIÙ SPESSO CHI FA UN SELFIE. DA CONFIGLIO A CASACCARO, DA ESPOSOMA A ZAINOCRATE, ECCO UNA LISTA DEI NEOLOGISMI DA TENERE D’OCCHIO

Quali sono le nuove parole del 2019?
RISPONDE
Valeria Della Valle Linguista, coautrice assieme a Giovanni Adamo di Neologismi. Parole nuove dai giornali 2008-2078 (Treccani)

La nostra lingua è in continua evoluzione: troviamo sia nuove parole – nate attraverso meccanismi storici dell’italiano, come l’aggiunta di prefissi e suffissi, vedi «configlio» – e altre direttamente assorbite dall’inglese, come Read More

Il talento dei giornali per il gioco dei neologismi

By | Osservatorio Neologico delle Lingua Italiana | No Comments

Visualizza PDF – 2018-12-27-Repubblica-Fiori

C’è chi li vuole morti. Chi ama chiamarli “puttane” invocando bavagli e censure. O chi li ritiene una categoria inutile, negletta, artefice di una mediazione che internet ha fieramente liquefatto. Per la professione giornalistica è stato un annus horribilis. E in questo buio pesto appare come una luce insperata un volume di novecento pagine appena pubblicato dalla Treccani. Si intitola Neologismi ed è stato curato Read More

I giornalisti servono a creare nuove parole

By | Osservatorio Neologico delle Lingua Italiana | No Comments

Visualizza PDF – 2018-12-15-Libero-Fraja

In un volume della Treccani i 3500 neologismi usati sulla carta stampata che in dieci anni sono entrati nell’italiano parlato

La lingua non è materia inerte, né arido involucro re­frattario ad ogni forma di con­taminazione. È come una spu­gna: assorbe ed espelle lem­mi, destruttura il verbo tale e dà dignità al verbo talaltro. Può soffocare il linguaggio op­pure alimentarlo, ucciderlo o Read More

Parolando un po’ – Da nonbastista a doppiofornismo I neologismi all’assalto della lingua

By | Osservatorio Neologico delle Lingua Italiana | No Comments

Visualizza PDF – 2018-12-05-Stampa-Serri

Siamo un popolo di creatori di parole. Lo dicono Giovanni Adamo e Valeria Della Valle direttori scientifici del nuovo volume Neologismi, parole nuove dai giornali 2008-18

Muniamoci di un misericordina ma difendiamoci dal martalismo. Cerchiamo di essere nonbastisti e di non esagerare nel giocattolizzare. Di che si tratta? Questa stravagante terminologia, tradotta in italiano corrente vuol dire: muniamoci di un kit per la nostra quotidiana pratica Read More

Quei neologismi così bizzarri e così effimeri

By | Osservatorio Neologico delle Lingua Italiana | No Comments

Visualizza PDF – 2017-12-13-CorTicino-Carena

In un saggio due studiosi analizzano i meccanismi evolutivi del lessico.

In un saggio sul numero di agosto di «Vita e pensiero, la rivista culturale dell’Università Cattolica di Milano, il linguista GHiovanni Gobber svolge un’analisi sulla diffusione   delle lingue dell’Unione europea e oltre, particolarmente – è ovvio – dell’inglese. Che pure sta subendo anch’esso una crisi per il suo conseguente imbarbarimento e per la reazione della altre lingue nazionali. Anche l’inglese, una sorta di esperanto usato Read More